Debimetro potenziato help

parappa

Nuovo Alfista
27 Ottobre 2004
4
0
1
Salve a tutti,
sto' per acquistare un debimetro potenziato per la mia nasona(1900 Jtd 116CV),qualcuno di voi ha esperienze o consigli in merito???? quello che me lo vende ha detto che mi fara' acquistare 8-10 cv. senza nessun intervento sulla centralina....inoltre mi ha chiesto il numero del sensore originale, lo sapete x caso??oppure ogni debimetro ne ha uno diverso???
Grazie anticipatamente.Ciao.
 

parappa

Nuovo Alfista
27 Ottobre 2004
4
0
1
Flussometro revisionato e potenziato
Aumenta le prestazioni del tuo TURBO DIESEL in 5 minuti
Aumento di potenza di 8-15 cavalli
Testato su Banco Prova, Garanzia 12 mesi
Diversi pezzi disponibili per Volkswagen, Audi, Seat, Skoda, Fiat, Alfa, Opel, Mercedes

Cosa vendiamo esattamente

MISURATORE di massa D'ARIA bidirezionale o flussometro

Viene impiegato in buona parte delle motorizzazioni con iniezione common rail TDI, JTD, DTI, CDI.

Questo sensore ha il compito di misurare la velocità dell'aria che percorre il condotto d'aspirazione del motore.

La caratteristica di questi flussometri revisionati e potenziati, da impiegare solo su motorizzazioni turbo diesel, è di essere molto più sensibili di quelli originali, essendo stata apportata una modifica all'elettronica del sensore stesso. Questa maggiore sensibilità permette di correggere i dati inviati alla centralina.

Come conseguenza si ottiene l'ottimizzazione dell'iniezione di carburante nella camera di scoppio e quindi un aumento della potenza complessiva del motore, maggiore accelerazione, più coppia ai bassi regimi, il tutto mantenendo l'emissione di gas inquinanti nei limiti di legge e senza in alcun modo modificare il programma di gestione del motore contenuto nella memoria della centralina.




Perchè si danneggiano i flussometri


È noto a tutti lo stillicidio di questi sensori particolarmente delicati e costosi. Normalmente la durata di un flussometro nuovo si aggira intorno ai 50-60 mila chilometri. Oltre, le prestazioni del motore vengono compromesse progressivamente, sino all'intervento della centralina che attiva un subprogramma chiamato RECOVERY.

Sostanzialmente il sensore subisce una rottura fisica dell'elemento sensibile a film caldo dovuta all'irregolare flusso dell'aria ma soprattutto all'instabilità dell'elettronica dovuta a sbalzi di temperatura.

La conseguenza è un danno irreversibile al sensore che praticamente perde sensibilità e non riesce a determinare correttamente la velocità dell'aria nel condotto d'aspirazione creando degli scompensi nel dosaggio di carburante iniettato nella camera di scoppio del motore.

I nostri flussometri revisionati sono il risultato di un'attenta selezione e sono sottoposti a test necessari a valutare l'entità del danno all'elemento sensibile. Normalmente riescono a percorrere lo stesso chilometraggio di quelli nuovi.

Su quali auto posso montare questo flussometro potenziato


Il flussometro può venire montato su motorizzazioni Audi, Volkswagen, Seat e Skoda Turbo Diesel 1900cc.

A richiesta abbiamo altri sensori per molte altre motorizzazioni.

Montaggio

Il montaggio è semplicissimo. Si tratta di sostituire il sensore già esistente con quello modificato. Si devono svitare due viti e staccare un connettore elettrico e poi rimontare il tutto.

Questa sostituzione non comporta in alcun modo la modifica dei parametri della centralina e non si attiveranno subprogrammi (recovery), sempre che l'operazione di sostituzione venga fatta a motore spento.

La seconda foto mostra le viterie tipiche impiegate per fissare il sensore al condotto d'aspirazione. Le viti impiegate sono del tipo anti manomissione TORX con stelle da 5 o 6 punte.

Da sinistra: Inserto e vite TORX TS27 a 5 punte con piolino centrale, l'inserto è prodotto dalla Würth o dalla Textron. A destra invece è raffigurata la viteria maggiormente impiegata e sempre del tipo TORX. L'inserto è un TS20 con stella a 6 punte sempre con piolino centrale. Per questa misura l'inserto è prodotto anche dalla BETA.

Regolazione fatta in casa


La terza immagine evidenzia il trimmer, punto di regolazione della sensibilità del sensore. La taratura viene effettuata in laboratorio su parametri ottenuti da test al banco prova, quindi l'aumento della sensibilità del sensore è stata unificata su tutti i flussometri potenziati.

Anche se prodotti in serie, i motori presentano piccole differenze dovute alle tolleranze di lavorazione durante la produzione, quindi per ottimizzare l'incremento di potenza procedere come segue.

La sensibilità aumenta ruotando il cursore in senso antiorario. Ai consiglia di effettuare questa regolazione con l'ausilio dell'autodiagnosi riscontrando così l'effettiva variazione dei valori tramite lo strumento digitale. Si consiglia inoltre di effettuare la regolazione a motore spento: le vibrazioni trasmesse dallo stesso potrebbero, durante la manovra, provocare l'errata rotazione del cursore o addirittura la rottura dello stesso. Fate più tentativi anche provando la vettura su strada sempre con l'ausilio dell'autodiagnosi. Terminata l'operazione sigillare il cursore con una goccia di vernice, questo si rende necessario per evitare la spontanea rotazione del cursore dovute dalle vibrazioni del motore durante la marcia.

Se non avete la possibilità di utilizzare uno strumento d'autodiagnosi potete ottimizzare la regolazione come segue. Recatevi in un tratto di strada rettilineo scarsamente trafficato, ruotate il cursore del trimmer di 5-8 gradi in senso antiorario, dopo essere partiti ed innestato la terza marcia accelerate a fondo senza cambiare marcia. Partendo da 1800giri cronometrate il tempo necessario a raggiungere i 4500giri, fate più prove e se necessario ruotate ancora il cursore del trimmer. Prima di tutto questo però, fate la stessa operazione con il flussometro originale, in fine fate la media dei tempi ricavati e poi confrontate i tempi ricavati delle due prove, noterete sicuramente la differenza.

Concediamo una garanzia di 12 mesi.

È un modo facilissimo ed economico per aumentare le prestazioni della vostra auto senza intervenire sulla centralina.



Agli esperti il giudizio.....
 

Andytnt

Nuovo Alfista
19 Ottobre 2004
1,262
0
36
Bologna
guarda qui..

Sono venuto a conoscenza che ci sono persone che vendono debimetri riportando questo sito come fonte dalla quale attingere informazioni e chiedere spiegazioni.
Diffidate da chi fa il mio nome o dice di vendere per conto mio o in società con me.

Non esistono debimetri migliori o che hanno funzioni diverse da quelle che normalmente vengono montati.
Non esistono nuovi modelli o modelli miracolosi.

Per qualsiasi informazione, non esitate a contattarmi.

webmaster@debimetro.com



" www.debimetro.netfirms.com "
 

mabo1966

Nuovo Alfista
4 Novembre 2004
4
0
1
Questo debimetro potenziato è quello a lettura ottica? :aeh)
Sulla nostra nasona il debimetro tra l'altro è irragiungibile senza ponte :wall), se no avrei già provveduto ad effettuare delle misure per verificarne l'efficacia, anche se per il mometo la mia :inocchio) tira a tutto andare...Qualcuno ha già provveduto ad effettuare tali misure di verifica del debimetro?
 

mabo1966

Nuovo Alfista
4 Novembre 2004
4
0
1
Credevo fosse quello della tiesseelettronica :KO) , con sensore ottica tecnologia che assicura maggiore durata
 

maurovoice

Nuovo Alfista
19 Ottobre 2004
5,560
0
36
Brescia
Secondo me non ha senso, anche perchè se il debimetro fa misure diverse dall'obbiettivo imposto dalla centralina, questa corregge i dati per portarli a valori ottimali..
Ovvero se il debimetro rileva poca aria la centralina cala il gasolio altrimenti fumerebbe nero di bestia.
Ma se rileva più aria, non è che da più gasolio, dopo un tot basta e c'è pure il rischio che vada in RECOVERY!
Insomma per me è una cosa poco credibile, poi 89€...
Se lo devi cambiare allora ok puoi anche fare la spesa, alla peggio non hai aumenti di prestazioni e va come una normale 147..
Se invece vuoi cambiarlo per sfizio.. bo, non mi sembra una spesa utile
 

giangirm

OovoO
11 Ottobre 2004
40,419
11
38
Roma
Auto
147 1.9 jtd
parappa":1raa2py3 ha detto:
Perchè si danneggiano i flussometri

È noto a tutti lo stillicidio di questi sensori particolarmente delicati e costosi. Normalmente la durata di un flussometro nuovo si aggira intorno ai 50-60 mila chilometri. Oltre, le prestazioni del motore vengono compromesse progressivamente, sino all'intervento della centralina che attiva un subprogramma chiamato RECOVERY.

Sostanzialmente il sensore subisce una rottura fisica dell'elemento sensibile a film caldo dovuta all'irregolare flusso dell'aria ma soprattutto all'instabilità dell'elettronica dovuta a sbalzi di temperatura.

La conseguenza è un danno irreversibile al sensore che praticamente perde sensibilità e non riesce a determinare correttamente la velocità dell'aria nel condotto d'aspirazione creando degli scompensi nel dosaggio di carburante iniettato nella camera di scoppio del motore.

I nostri flussometri revisionati (...)
leggi bene quanto sopra: il guadagno di potenza lo hai se sostituisci il tuo vecchio debimetro (probabilmente non più efficiente) con uno revisionato (e quindi efficiente). Tutto qua. :ka)
C'è da dire che il prezzo su ebay (89 euro per ora) è limitato rispetto al prezzo del pezzo nuovo.
 

quadrifoglioverde

Nuovo Alfista
25 Ottobre 2004
183
0
16
anche secondo me l'unico vantaggio è da imputare al pezzo nuovo o revisionato che sia rispetto ad un debimetro che ha già qualche km sulle spalle. Di più nin zo!
 

parappa

Nuovo Alfista
27 Ottobre 2004
4
0
1
grazie x i consigli ragazzi...credo che montero' quello originale...
qualcuno di voi sa' il codice x caso???
 

Kamal66

Nuovo Alfista
21 Ottobre 2004
209
0
16
E9.20069° N45.76500° 147°
Non so il codice ma ti consiglio di comprarlo originale, ho letto un pò velocemente ma mi sembra di aver capito che si parla di debimetro a film caldo, che sono quelli che usa il gruppo VW,e sono i più delicati, mentre le vostre...e la mia montano l'altro tipo che dura molto di più.

Secondo me sto debimerto potenziato è solo una trappola...attenti. :OK)
 
Top