Alfa Mito: vocabolario tecnico

dallas140cv

Nuovo Alfista
19 Ottobre 2004
8,095
2
36
51
Val di Susa (TO)
Ho pensato di raccogliere in un’unica guida tutte le varie funzioni elettroniche della Mito, indicate con sigle non sempre comprensibili.

• D.N.A. : è il cosiddetto “manettino” che permette, con un unico comando, di agire su diverse funzioni del veicolo. Il comando ha 3 posizioni, indicate con Normal (modalità attiva all’accensione vettura), Dynamic (che privilegia la guida sportiva e attua opportune strategie che consentono al driver un maggior controllo del veicolo) e Allweather (studiata per garantire una maggior sicurezza nella marcia su fondi a bassa aderenza). Il comando agisce su: centralina motore (variazione prontezza di risposta all’acceleratore e attivazione overboost su motori 1.4 TB e 1.6 JTDm), sterzo (variazione della rigidezza), VDC (strategie di controllo, invasività tramite variazione delle soglie, attivazione del Q2 Elettronico), quadro strumenti (indicazione modalità attivata, visualizzazione pressione turbo). In futuro il DNA potrà interagire con le sospensioni a smorzamento controllato e con il cambio a doppia frizione. In particolare avremo: nella modalità normal, soglie standard per il VDC, sterzo con servoassistenza normale, risposta acceleratore standard, attivazione della funzione LTF (vedi apposita spiegazione) con settaggio base, funzioni OCF e MCF attive. Nella funzione Dynamic, le soglie di ASR e VDC sono elevate perché il sistema sia meno intrusivo, si attiva il Q2 elettronico, si riduce la servoassistenza al volante, si attiva l’overboost per i turbo e si aumenta la reattività della risposta all’acceleratore, si aumenta la funzionalità LTF e rimangono attive la OCF e la MCF. Nella modalità Allweather, invece, avremo ancora la servoassistenza normale, le soglie di ASR e VDC daranno più influenza al controllo elettronico, il motore avrà la risposta normale e si avranno le funzioni OCF e MCF con particolare controllo, mentre non ci sarà la LCF.
• VDC: acronimo usato da Alfa per identificare il controllo di stabilità, incorpora le funzioni di ABS, EBD, ASR, MSR, HBA, Hill Holder, Q2 elettronico (già note) più le inedite CBC e DST.
• CBC: Cornering Brake Control, è una funzione che distribuisce in modo variabile la forza frenante sulle 4 ruote durante una frenata con ABS in curva, riducendo lo spazio di arresto e aumentando la stabilità del veicolo.
• DST: Dynamic Steering Torque, è una funzione con cui il VDC interagisce con la guida elettrica fornendo, in caso di intervento dei sistemi di controllo di stabilità, una coppia sterzante al momento opportuno e della giusta entità, facilita al conducente la manovra di correzione del veicolo. Tale coppia sterzante è di lieve entità e non impedisce al conducente di comportarsi diversamente da quanto suggerito. A seconda della correzione dinamica necessaria, si attivano le funzioni denominate MCF, OCF/UCF, LTF.
• MCF: mu-split control function, è la funzione che interviene durante le frenate con ABS su fondi ad aderenza differenziata tra i 2 lati del veicolo, permettendo di incrementare la forza frenante sul lato ad alta aderenza per l’applicazione di una coppia sterzante che stabilizza il veicolo altrimenti in sbandata verso il lato ad alta aderenza.
• OCF/UCF: oversteer / understeer compensation function, attiva delle correzioni al sovrasterzo/sottosterzo che consentono al conducente di eseguire la manovra più corretta.
• LTF: Linearization Torque Feedback, è una funzione che, per elevati valori di accelerazione laterale, contrasta con la riduzione della servoassistenza l’alleggerimento del volante tipico delle sospensioni McPherson.
 
Top